Da quest’anno EURO Sanità ha attivato un’area di supporto alle Aziende che, in piena aderenza alla Mission aziendale, si avvale del supporto di professionisti che ricoprono il ruolo attivo di Responsabile Qualità e Clinical Risk Manager di Aziende Ospedaliere Pubbliche/private accreditate. Ed è proprio all’area del Clinical Risk Management, collocata in quella più generale della Qualità e della valutazione dell’outcome, che la nostra Società ha deciso di dedicare la propria attenzione.

Il Risk Management in Sanità rappresenta l’insieme di varie azioni, alcune volte molto complesse, messe in atto per migliorare la qualità delle prestazioni sanitarie e garantire una maggiore sicurezza del paziente. Questi obiettivi risultano raggiungibili solo se si riesce ad implementare in Azienda la cultura del miglioramento continuo e dell’apprendimento dall’errore (componente ineliminabile della realtà umana).
Solo una gestione integrata dei Sistemi di gestione della Qualità e del Rischio clinico può portare a reali cambiamenti nella pratica clinica, promuovere la crescita di una cultura della salute più attenta e vicina al paziente ed agli operatori, contribuire ad una razionalizzazione dei costi delle prestazioni ed, infine, favorire la destinazione di risorse su interventi tesi a rendere le Aziende sanitarie più sicure ed efficienti. Interlocutori principali, oltre che il Titolare dell’Azienda (per gli aspetti di natura decisionale), della attività di orientamento e supporto che verrebbe effettuata da parte dei nostri esperti di settore non potrebbero che essere quelli del Responsabile Qualità e del Responsabile per la gestione del Rischio clinico, figure professionali “chiave” del Sistema Azienda.

Nello specifico, l’attività di supporto che Vi offriamo è quella di seguito specificata:

Analisi iniziale [fase 1]

Tale verifica, effettuata in modalità “on site”, risulta necessaria ai nostri professionisti per determinare il grado di aderenza/scostamento della realtà aziendale alle normative vigenti in materia di Qualità e di Rischio clinico. Tale screening potrà comportare diversi accessi da parte degli stessi e si concluderà (entro e non oltre il 15° giorno successivo al primo accesso) con l’emissione di apposito report (inviato direttamente al Rappresentante Legale aziendale) dal quale poter evincere quali sono le maggiori criticità afferenti a due Sistemi.

Orientamento e supporto ai Responsabili aziendali [fase 2]

Qualora la Vostra Azienda decidesse di avvalersi del nostro supporto, la cui durata NON potrà essere inferiore ad 1 anno, sarà cura dei nostri esperti di settore orientare e supportare i Vostri Responsabili (Qualità/Rischio clinico) nelle suddette attività:

Gestione per la Qualità:

  1. Analisi aderenza della documentazione aziendale (Manuale, Procedure, Modulistica, procedure operative) alla norma UNI EN ISO 9001:2008;
  2. Verifica corretta implementazione all’interno del Sistema di una corretta gestione della programmazione aziendale e del suo Riesame da parte della Direzione;
  3. Verifica corretta implementazione in azienda degli strumenti di “monitoraggio e controllo” (ad es. customer satisfaction, controllo svolgimento attività, audit, etc…);
  4. Supporto durante la verifica annuale da parte dell’Ente certificatore scelto dall’azienda per la verifica del Sistema aziendale a quanto previsto dalla UNI EN ISO 9001:2008.

Gestione del Rischio Clinico:

  1. Scelta contenuti, stesura ed implementazione del “Piano aziendale per la gestione del rischio clinico”;
  2. Implementazione di una rete di “facilitatori aziendali”;
  3. Implementazione di un Sistema per la gestione dell’incident reporting;
  4. Monitoraggio Eventi sentinella/Raccomandazioni Ministeriali;
  5. Contenuti, stesura ed implementazione di Procedure/modulistica;
  6. Gestione standard JCI;
  7. Gestione del controllo sulla qualità ed appropriatezza delle cartelle cliniche;
  8. Contenuti del documento di autovalutazione del Sistema.